Frittelle di Carnevale

berliner quarkbällchen

Domani è Giovedì Grasso e come non pensare a qualche bel dolce?

Carnevale è il tempo dei dolci fritti: castagnole, tortelli, galani, chiacchere e le immancabili (almeno per me) FRITTELLE!

Sono un dolce tipicamente veneto e famose fin dal tempo di Marco Polo. La loro composizione può essere svariarissima: con mele, semolino, polenta, riso, zucca e creme.
Una volta erano impastate con acqua al posto del latte e, o della grappa, o dell’anice. Inoltre si univano pinoli, del cedro candito tritato e della cannella.

La ricetta che vi propongo è tramandata nella mia famiglia da molti anni
e ora sono contenta di condividerla con voi!

INGREDIENTI:

– 250 g di Farina 00
– 250 ml di latte bollente
– 100 gr di zucchero semolato
– 2 uova intere
– succo e buccia grattugiata di un limone
– q.b. di uvetta
– un pizzico di sale
– 3/4 di una bustina di lievito

– Olio di semi per friggere

PROCEDIMENTO:

Amalgamare la farina con il latte caldo, avendo cura di non creare grumi.
Mescolare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Aggiungere successivamente il lievito, il succo e la buccia di limone e il sale, fino ad ottenere una pastella omgenea a cui aggiungerete successivamente l’uvetta.

Scaldare l’olio in una padella con i bordi alti.
Prendere con un cucchiaino una parte dell’impasto e lasciarlo cadere delicatamente nell’olio e far dorare la pallina.
Lasciarle sul fuoco medio per circa 2 minuti fino a che saranno dorate.
Asciugarle sulla carta assorbente e spolverarle con zucchero semolato.

e…. Buon Appetito!!

Fritule

…”Brusa a vècia”

La Befana vien di notte,

con le scarpe tutte rotte,

con le toppe alla sottana,

viva viva la Befana!

Buona Epifania a tutti!

È passata a trovarvi la befana questa notte?

Vi siete rimpinzati con tutti i suoi dolci?

images (2)

Oggi a Padova abbiamo tradizionalmente

bruciato “la vècia”!

100022482 (1)

Il rito di bruciare la befana è ricco di tradizioni secondo cui nella bruttezza della vecchietta è racchiuso tutto il negativo dell’anno trascorso, incapsulato in questa figura sacrificale che porta via tutto, e il fuoco su cui brucia scaccia le presenze maligne ed evoca, contemporaneamente, la luce solare di cui si auspica il rapido ritorno dopo il solstizio invernale.

Qual’è la vostra tradizione per l’Epifania?

Raccontatemela!

La vostra Befana

Eli