Won’t back down – Una scuola per Malia

Won_t_Back_Down_posterDurante le lezioni all’Università capita spesso che ci mostrino spezzoni di film per aiutarci a riflettere, a vedere diverse realtà e prendere spunti: tra questi quello che mi ha colpito di più è stato Won’t back down – Una scuola per Malia.

La pellicola è tratta da una storia vera, accaduta nel 2010 a Los Angeles, dove un gruppo di genitori denunciò e lottò contro la corruzione della scuola pubblica. Deciso di fare una petizione e riuscirono così, ad ottenere il controllo sulle decisioni interne all’ambito scolastico. La drammatica storia di due madri, due donne rappresentanti due contesti sociali ben distinti, ma che decidono comunque di allearsi per un fine comune: il bene e la salvaguardia dei bambini.

Jamie (Maggie Gyllenhaal) vive un’esistenza frettolosa, cerca di dare l’istruzione migliore alla figlia Malia che soffre di dislessia, ma ogni scuola o è troppo costosa o rimangono in lista d’attesa, malia quindi si ritrova in una scuola in cui gli insegnanti non si interessano minimamente ai bambini, come loro stessi ammettono “sono li solo per i soldi”.
Nona (Viola Davis), invece, è un’insegnante della stessa scuola ma che, al contrario del resto del corpo docenti, non si da per vinta e vorrebbe cambiare le cose, anche se non ne ha il coraggio.
Le due donne, madri, decidono di unire le loro forze per poter cambiare le cose, per poter creare una scuola adatta a tutti, in cui gli insegnanti siano li per insegnare e per i bambini.

wont-back-down1

Consiglio questo film a tutti quanti: genitori, insegnanti ma anche alunni e studenti!
Chiunque dovrebbe vedere questo film e rendersi conto che la scuola e l’istruzione ci accomuna tutti,
sta alla base di ogni nostra esperienza e conoscenza!
E quindi nessuno ne deve essere privato o la deve odiare!

Buona visione!

Eli