Padova è…

Padova è la mia città.

72488-800x566

[Photo from Web]

Una città ricca di storie e di curiosità, ma ultimamente un po’ trascurata e sottovalutata.

img_boxflash1

[Photo from Web]

Negli anni passati Padova è stata molto spesso elogiata da diversi scrittori e poeti:
Galileo definì gli anni padovani come i migliori della sua vita, Stendhal nominò il Caffè Pedrocchi “Le meilleur d’Italie“, Proust s’innamorò della Cappella degli Scrovegni, Oscar Wild vi ambientò “La duchessa di Padova
e Shakespeare “La bisbetica domata“.
Inoltre molti artisti lasciarono il segno in questa città: dalle opere di Giotto e Donatello ai graffiti di Kenny Random.

kennyrandom5-Copia

[Photo from Web]

Padova è una città che si vive appieno in sella ad una bicicletta o consumando le suole delle scarpe a piedi, passeggiando sotto i portici o sfrecciando nelle stradine asimmetriche, strette ed imprevedibili del centro,
sorridendo al pensiero che è proprio vero che “Padova ze sta disegnà da un imbriago orbo, in una note sensa luna!

Per vivere Padova è necessario respirare appieno il profumo del mercato in piazza, assaporare uno spritz DOC e perdersi nei vicoli del ghetto, distendersi al sole sul prato del Prato e buttarsi nella movida del Mercoledì Universitario;

l43-spritz-111110200642_medium

[Photo from Web]

Tutto questo senza dimenticare una colonna sonora d’eccezione: “Ma quando torno a Padova” di Licia Oliosi.

Siete pronti a scoprire Padova insieme a me?

Vi aspetto!

Eli

Books Wishlist

Libri, libri e libri… che non bastano e non basteranno mai!
Questa è la mia piccola selezione dei preferiti del momento, di quelli che vorrei e che spero arriveranno prima o poi a riempire la mia libreria. (Natale poi non è tanto lontano!)
Ricette, investigazioni e storie d’amore. Un mix variegato che raccoglie tutto il mio essere.
Dust-Patricia Cornwell Call the midwife-Jennifer Worth Il profumo delle foglie di limone-Clara Sanchez Per dieci minuti-Chiara Gamberale Uno splendido disatro-Jamie McGuireAmerican Bakery-Laurel Evans
1. “Polvere”  di Paticia Cornwell: una nuova investigazione per Kay Scarpetta e Pete Marino che lascia con il fiato sospeso fino alla fine, come ogni giallo degno di questo nome.
2. “Call the midwife” di Jennifer Worth: ho visto un paio di puntate della serie tv presa da questo libro e mi ha subito incuriosito! Un salto nel passato, entrando nella realtà quotidiana della Londra degli anni Cinquanta, dal punto di vista di una donna.
3. “Il profumo delle foglie di limone” di Clara Sànchez: l’ho visto per la prima volta quando lo abbiamo regalato ad una mia amica per il compleanno e leggendo la trama sulla copertina sono rimasta subito colpita ed affascinata da questa storia d’amore e di coraggio, di forza e speranza.
E poi se ha vinto dei premi ed è in cima alle classifiche ci sarà un motivo, no??
4. “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale: ho partecipato all’iniziativa #100happydays su Instagram e devo ammettere che trovare una cosa al giorno per cui essere felice non è stato facile. Come sarebbe fare una cosa che non abbiamo mai fatto per 10 minuti al giorno per un mese? Più facile o più difficile?
5. “Uno splendido disastro” di Jamie McGuire: la storia più vecchia del mondo: la ragazza perfetta incontra il ragazzo giusto nelle vesti di quello più sbagliato per lei e cerca di resistergli. Ma cos’è, sotto sotto, che rende questa storia così affascinante e misteriosa? Devo scoprirlo!
6. “American Bakery” di Laurel Evans: ultimo ma non ultimo non poteva mancare un libro di cucina e più di preciso di dolci! Questo libro è uscito già da un paio d’anni ma io non vedo comunque l’ora di perdermi tra quelle pagine piene di gigantesche fotografie e ingredienti golosissimi.
Questi sono i miei libri dl momento, quelli che vorrei trovare impacchettati con una bella carta sotto l’albero di Natale, quelli che vorrei leggere sul divano con una coperta e una tazza di the caldo alle mele.
E i vostri quali sono??
Aspetto le vostre Books WIshlists!
Eli

Puro amor mio

Chi non ha mai posseduto un cane, non può sapere cosa significhi essere amato.
Arthur Schopenhauer

Cucciolo di labrador marrone

Sissi, cucciolo di Labrador – Dicembre 2010 [Photo by lamaestraeli – All rights reserved]

Il 3 dicembre 2010 la mia famiglia si è allargata e abbiamo portato a casa Sissi, un bellissimo cucciolo di Labrador Retriver marrone. Non lo avrei mai pensato, da piccola ho sempre desiderato un cucciolo, ma non l’avevo mai avuto, poi il mio fratellino ha convinto per sfinimento mio padre e si è convinto e abbiamo trovato questo dolcissimo cucciolo. Abbiamo avuto la fortuna di trovare un ragazzo che aveva avuto una cucciolata e che abitava a 20 minuti da casa nostra, e dopo aver controllato il pedigree, le vaccinazioni e le condizioni abiamo deciso per lei: la prima volta che l’abiamo vista era una pallina di pelo marrone, cicciotta e morbidissima che si è avvicinata a mio papà e ha cominciato a slacciargli i lacci delle scarpe.
Amore a prima vista.

 Portandola a casa, l’ho tenuta in braccio per tutto il tempo e lei ha appoggiato il suo musetto tra il mio collo e la mia sciarpa, è rimasta li a dormire senza mai muoversi, è stata una sensazione bellissima.
Da quel giorno la nostra vita è cambiata completamente.
Ho cominciato a capire cosa vuol dire quando si dice che “Un cane è il migliore amico dell’uomo”: puoi stare sicuro che ogi volta che torni a casa lo vedrai scondizolare felice mentre ti corre incontro per salutarti (e magari buttarti a terra per l’entusiasmo, come mi succede certe volte), lo vedrai chiederti con occhi supplicanti di allungargli un pezzetto di pane nonostante abbia a pancia piena di crocchette, te lo troverai accanto ogni volta che hai bisogno di qualcuno che ti faccia compagnia sul divano o qualcuno che ti rubi tutto lo spazio nel letto…

labrador marroneSissi  & me – Ottobre 2013 [Photo by lamaestraeli – All rights reserved]

labrador marroneSissi – Novembre 2012 [Photo by lamaestraeli – All rights reserved]

Un cane può rallegrarti anche la giornata più dura, basta un suo sguardo e uno scondizolamento per farti sorridere e subito ti torna il buon umore!
Ormai non riesco più ad immaginare la mia vita senza di lei, e credo che sia la miglior cosa che mi sia mai capitata.

labrador marroneSissi – Gennaio 2013 [Photo by lamaestraeli – All rights reserved]

Sissi – Aprile 2012 [Photo by lamaestraeli – All rights reserved]

Eli