Reading Challenge 2015

reading-challenge-2015

Spulciando qualche blog qui e li ho trovato spesso autori che invitano a partecipare alla Reading challenge 2015.
Consiste in una sfida contro sé stessi: la lista è composta da ben 50 obiettivi, (e 50 libri da leggere in un anno sono veramente tanti). Una bella sfida, non c’è che dire. Per me, purtroppo, a causa di impegni, lavoro, studio… il tempo da dedicare alla lettura è veramente poco, ma voglio cogliere questa iniziativa come un incentivo a coltivare questa passione. Porsi degli obiettivi è un buon modo per mantenersi in allenamento, ci saranno sicuramente periodi di lettura più rapidi e periodi in cui si è no riuscirò a leggere 10 pagine al giorno (se è tanto).

Personalmente ho deciso di seguire questa iniziativa perché, oltre ad essere interessante e divertente, trovo che sia un ottimo modo per scoprire libri nuovi, nuovi mondi, nuove sensazioni.. e un lettore di queste cose ha sempre bisogno.

Vi riporto qui sotto gli obiettivi della lista:

wpid-reading-challenge-jpg

Un libro con più di 500 pagine
– Un romanzo classico
– Un libro che è diventato film
– Un libro pubblicato in questo anno
– Un libro contenente un numero nel titolo
– Un libro scritto da qualcuno con meno di 30 anni
– Un libro con personaggi non umani
– Un libro divertente
– Un libro scritto da una donna
– Un libro del mistero o un thriller
– Un libro che abbia per titolo una sola parola
– Un libro di storie brevi
– Un libro ambientato in un altro paese
– Un libro di saggistica

Il primo libro di un autore popolare
– Un
libro scritto da un autore che ami ma che non hai mai letto
– Un libro che ti ha raccomandato un amico
– Un libro vincitore del premio Pulitzer
– Un libro basato su una storia vera
– Un libro che si trova in fondo alla tua lista desideri
– Un libro che tua madre ama
– Un libro che ti spaventa
– Un libro scritto da più di 100 anni
– Un libro basato interamente sulla sua copertina
– Un libro che avresti dovuto leggere durante la scuola, ma che non hai mai letto
– Un memorial
– Un libro che puoi finire in un giorno
– Un libro che presenta dei contrari nel titolo
– Un libro ambientato in un luogo che hai sempre voluto visitare
– Un libro pubblicato nel tuo anno di nascita
– Un libro con cattive recensioni
– Una trilogia
– Un libro dalla tua infanzia
– Un libro che tratta di un triangolo amoroso
– Un libro ambientato nel futuro
– Un libro ambientato alle scuole superiori
– Un libro che contenga un colore nel titolo
– Un libro che ti ha fatto piangere
– Un libro che parla di magia
– Una graphic novel
– Un libro di un autore che non hai mai letto prima
– Un libro che possiedi, ma che non hai ancora letto
– Un libro ambientato nella tua città natale
– Un libro che in origine era scritto in un’altra lingua
– Un libro ambientato durante il natale
– Un libro scritto da un autore che abbia le tue stesse iniziali
– Un libro di genere teatrale
Un libro censurato
– Un libro basato/trasformato in una serie tv
– Un libro che non hai mai finito di leggere

Questa, cari lettori, è la lista del reading challenge 2015.

Che dite, vi ho incuriositi almeno un po’??
Io, con quasi un mesetto di ritardo, ci provo!

Eli

Annunci

Blueberry Muffin

Muffin ai mirtilii

I Muffin sono i classici dolcetti americani soffici e gustosi, preparati con un impasto molto semplice di farina, latte, uova, zucchero e lievito in polvere.
Ne esistono moltissime versioni diverse, sia dolci che salati, e quelli che vi propongo oggi sono arricchiti da golosi e profumati mirtilli.

INGREDIENTI:

200 gr di zucchero
2 uova
100 gr di burro sciolto
250 gr di farina
1/2 bustina di lievito
10 cucchiai di latte
1 bustine di vanillina
Mirtilli (freschi o surgelati)

PROCEDIMENTO:

Unire in una ciotola lo zucchero e le due uova e mescolare con le fruste.
Quando avrete ottenuto un composto chiaro ed omogeneo aggiungere anche il burro fuso e continuare a mescolare.

Preparazione
Dopo di che setacciare la farina dentro la ciotola insieme al lievito e alla vanillina.
Infine versare il latte e continuare a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Preparazione
Quindi aggiungere anche i mirtilli ed inglobarli nel composto.

Accendere il forno statico a 180°.
Versare il composto nei pirottini preventivamente inseriti nella teglia da muffin.

Infornare per circa 20 minuti

20150121_184350

eeeee…..Buon Appetito!!

Muffin ai mirtilli

Fatemi sapere se provate la mia ricetta!

Eli

Exams playlist

L’esame di maturità non si scorda mai.
Così come le successive sessioni d’esame all’università.
Sono un periodo che passi in apnea, sommerso dai libri, perso in un mare di appunti, cercando disperatamente un’ancora di salvezza e di tirare un respiro di sollievo.

A volte un paio di cuffie aiuta a superare questi scogli che sembrano insormontabili.
Secondo una statistica di Spotify, famoso servizio di musica in streaming, gli studenti rendono di più se ascoltano canzoni mentre studiano.

Musical Mind
Secondo lo studio della dottoressa E. Gray, la musica classica stabilizza il cuore.
Con 60-70 battiti al minuto, gli studenti che ascoltano questo genere possono arrivare a raggiungere in media un punteggio più alto del 12 per cento nelle prove di matematica. È circa un voto in più.
La musica pop, 50-80 battiti cardiaci al minuto, ha un effetto calmante sulla mente, permette buoni risultati in materie scientifiche, Lingue e Studi umanistici.
Il rock migliora invece l’apprendimento di Inglese, Teatro o Arte, perché l’eccitazione aumenta la creatività.

Working Hard

Per le mie sessioni d’esame, che sono state davvero tante e per ora (purtroppo) non sono ancora finite, ho creato una playlist ad hoc per darmi la carica e il coraggio di affrontare la mole di libri che mi aspettano sulla scrivania, ma che spesso accompagna anche le mie crisi isteriche e i miei pianti disperati.

La playlist parte da I’ve got the power degli Snap,
è una canzone perfetta per i primi 3/4 giorni di studio, quando ancora ti illudi di potercela fare,
quando pensi che riuscirai a studiare tutto in due settimane anziché in due mesi.

I've got the power

Dopo qualche giorno ti rendi conto che potresti non farcela, che hai bisogno di un tifo, di un po’ di carica,
ed è in questo momento che entra in gioco Eye of the tiger dei Survivor.

rocky-training

Di tutt’altri toni, invece, è We are the champions dei Queen, per i momenti in cui ti senti irrealisticamente ottimista, in cui senti di essere invincibile e di potercela fare!

We are the champions

Al contrario, per quando ti senti scoraggiato, per quando hai il morale a terra e non vedi più la luce in fondo al tunnel e si è spento anche l’ultimo barlume di speranza, la canzone giusta è Uno su mille ce la fa di Gianni Morandi.

Uno su mille ce la fa

Tra i momenti di ottimismo irreale e quelli di scoraggiamento (molto più reali) se ne insinuano alcuni di vero e proprio panico, ed è per questo che nelle orecchie comincia a rimbombare
la voce di Luca Dirisio con la sua Calma e sangue freddo.

Yoga

Alla fine arriva finalmente la settimana prima del tanto agognato esame, settimana durante la quale concentri tutti i tuoi sforzi, in cui ti accorgi che quando ti illudevi di studiare in realtà non era cosi!
E’ la settimana in cui parte The final countdown degli Europe.

final countdown

Durante la settimana ti rendi conto di non avere quasi nessuna possibilità e cominci a sperare in una catastrofe che faccia saltare l’esame, un’ invasione di cavallette o un crollo dell’Università, un miracolo o un ‘inspiegabile magia dentro di te.
e’ cosi che cominci a spararti I’ve got the magic in me di B.o.b.

tumblr_lmpwt9JMim1qbg690o1_500

Alla fine arriva LEI.
La più temuta e la più cantata, quella passata sui libri cercando di imparare tutto a memoria, quella con i libri sotto al cuscino sperando in un osmosi improvvisa, quella passata a provare qualsiasi intruglio e pozione per la memoria, quella che non si dimenticherà mai!
La Notte prima degli esami di Antonello Venditti

Notte prima degli esami

E dopo la fatidica notte arriva il fatidico giorno!
E’ il giorno dell’esame!
Quando ti svegli ti senti potente, senti che potresti spaccare il mondo, o meglio prendere 18  30 all’esame!
Ti vesti, fai colazione, esci di casa e senti che nell’aria risuona una canzone:
Momenti di gloria dei Vangelis.

30

Queste sono le mie canzoni da sessione d’esame e studio matto e disperatissimo!
E voi? Avete una playlist per qualche momento particolare?

I love music

Eli

…”Brusa a vècia”

La Befana vien di notte,

con le scarpe tutte rotte,

con le toppe alla sottana,

viva viva la Befana!

Buona Epifania a tutti!

È passata a trovarvi la befana questa notte?

Vi siete rimpinzati con tutti i suoi dolci?

images (2)

Oggi a Padova abbiamo tradizionalmente

bruciato “la vècia”!

100022482 (1)

Il rito di bruciare la befana è ricco di tradizioni secondo cui nella bruttezza della vecchietta è racchiuso tutto il negativo dell’anno trascorso, incapsulato in questa figura sacrificale che porta via tutto, e il fuoco su cui brucia scaccia le presenze maligne ed evoca, contemporaneamente, la luce solare di cui si auspica il rapido ritorno dopo il solstizio invernale.

Qual’è la vostra tradizione per l’Epifania?

Raccontatemela!

La vostra Befana

Eli